Da sempre √® un punto di riferimento per tutta la comunit√† di¬†Santa Maria della Piet√†, nel rione Le Grazie, oltre che una figura culturale di spicco nell’intera Recanati¬†(di cui, tra l’altro, √® Cittadino benemerito, per volere¬†dell’Amministrazione comunale che ne ha riconosciuto ¬ęil ruolo sociale e di intellettuale appassionato di storia locale¬Ľ) e oggi, domenica 29 maggio, la sua parrocchia ha voluto festeggiare con grande partecipazion¬†il 60¬į anniversario di sacerdozio, come segno di riconoscenza e stima sincera verso un servizio pastorale¬†improntato sui valori della schiettezza e di una genuinit√† capace di conquistare ben pi√Ļ di una generazione.

P CLAUDIO PRIMO PIANO
Il passionista recanatese padre Claudio Verducci

Padre Claudio Verducci (Mario all’anagrafe) √® un religioso¬†Passionista conosciutissimo in citt√† per merito delle sue ricerche storiche e delle apprezzate pubblicazioni.¬†√ą¬†stato ordinato sacerdote il 28 aprile 1956 e non poteva capitare occasione migliore, nella domenica in cui la Chiesa¬†ricorda la solennit√† del Corpus Domini, per celebrare insieme, con una Santa Messa e un bel momento conviviale –¬†preparato con cura dal¬†Centro Culturale Sportivo Ricreativo ¬ęLe Grazie¬Ľ e dalle collaboratrici parrocchiali, con la torta realizzata da Orietta Stacchiotti –¬†, un traguardo cos√¨ importante.

Padre Claudio, in questa giornata preceduta da una Veglia di preghiera svoltasi venerd√¨ sera, √® stato attorniato dall’affetto¬†dei suoi familiari, dei fratelli e dei nipoti,¬†dai parrocchiani¬†e, soprattutto, dai “suoi” giovani, a cui ha sempre rivolto un’attenzione speciale, ricambiata da altrettanta gratitudine: in particolare, i ragazzi del gruppo Messaggeri, oggi padri e madri di famiglia educati alla fede,¬†negli anni delicati dell’adolescenza dalla guida sicura di Verducci, a cui hanno donato un ulivo con un messaggio e un augurio dettato dal cuore.

E, provvidenzialmente, la¬†celebrazione, presieduta assieme al¬†parroco padre Bruno De Luca e il vice padre Dario Di Giosia, √® stata allietata anche dalla presentazione all’assemblea delle ragazze della comunit√† che il 2 luglio prossimo riceveranno dal vescovo Nazzareno Marconi il sacramento della Confermazione.

P CLAUDIO MESSA
L’intera comunit√† parrocchiale ha partecipato alla Santa Messa per l’anniversario sacerdotale del religioso

¬ęIl sacerdote √® il ministro di Ges√Ļ che offre tutta la sua vita per gli altri: non si accoglie la vocazione per far carriera o per guadagnare quattrini, ma per ricevere una grazia¬Ľ, ha ricordato il religioso durante l’omelia, citando anche santi illustri, come Teresa di Calcutta e Giovanni Bosco, ed esortando i fedeli¬†ad una sequela impegnativa quanto affascinante: ¬ęL’ignoranza √® il peggiore dei mali ma se¬†conoscessimo bene il Vangelo, ci appassioneremmo di Dio. Innamoratevi di Ges√Ļ, che si √® reso¬†visibile, parlando la nostra lingua, facendosi uomo, compagno della nostra esistenza, l’unico a mantenere le promesse e a non deluderci mai¬Ľ.

A festeggiare padre Verducci, sempre presente anche in ambito diocesano, a pranzo non sono poi mancati il treiese don Giuseppe Branchesi e il maceratese don Mario Ramaccioni, assieme a diversi componenti dei Corsi di Cristianità a cui il Passionista di Recanati partecipa sempre attivamente.

¬ęInnamoratevi di Ges√Ļ, che si √® reso¬†visibile, parlando la nostra lingua, facendosi uomo, compagno della nostra esistenza: l’unico a mantenere le promesse e a non deluderci mai¬Ľ, ha ricordato padre Verducci nell’omelia

Deciso anche il suo richiamo ai tempi difficili che la nostra societ√† sta attraversando in questo frangente di crisi, ¬ęincapace di nutrire¬†vero rispetto verso Dio,¬†sostituito dal denaro e da futili priorit√†¬Ľ, e alla bellezza della famiglia, ¬ęreale salvezza dell’uomo moderno¬Ľ.

Per tutti, dai bambini agli anziani, il religioso ha riservato il pi√Ļ solare dei sorrisi e quella parola paterna e decisa con cui tutti lo hanno imparato a conoscere, durante le omelie, cos√¨ come nei momenti di fraternit√† condivisa o nelle circostanze meno felici: i suoi ¬ęPensieri al vento¬Ľ, pillole di autentica esperienza maturata da una vita pienamente spesa nella chiamata vocazionale e conditi dalla sua inconfondibile ironia, espressa anche stavolta – ¬ęSe solo la gente imparasse a venire pi√Ļ spesso a confessarsi¬†nei nostri¬†“ambulatori spirituali”, dove non si paga il ticket, dai medici ci sarebbe molta meno fila….¬Ľ -, li ha raccolti in un piccolo opuscolo, che ha consegnato ad ogni ospite.

Padre Verducci con i confratelli Passionisti e, primo da destra, il parroco padre Bruno De Luca
Padre Verducci con i confratelli Passionisti e, primo da destra, il parroco padre Bruno De Luca

Infine, a¬†padre Claudio,¬†¬ęuomo di Dio, esempio di fede e di giustizia, vicino costantemente vicino alla gente e specialmente accanto ai malati¬Ľ, al termine della Celebrazione eucaristica padre Di Giosia ha rivolto un¬†ringraziamento particolare, a nome di tutta la comunit√† passionista ¬ęper essere stato, in questi sessant’anni, un sacerdote¬†ad immagine di Cristo, con generosit√† e innegabile¬†simpatia, spendendo la sua vocazione tra le gioie e le fatiche che ogni parrocchia vive¬Ľ. Esattamente¬†come fa un Pastore ¬ęcon l’odore delle pecore¬Ľ, secondo le parole di¬†papa Francesco.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments