GDF Macerata: scoperta maxi evasione fiscale da 45 milioni di euro

I finanzieri della Compagnia di Macerata hanno portato a termine un’articolata operazione di polizia economico finanziaria e di polizia giudiziaria, convenzionalmente denominata “Oratio”, che ha consentito di individuare una maxi evasione fiscale di oltre 45 milioni di euro, tra imposte sui redditi e I.V.A., perpetrata da due società di capitali formalmente operanti nel settore della lavorazione di prodotti in legno.

Le attività info-investigative, scaturite dalla valorizzazione delle numerose banche dati in
uso al Corpo nonché attraverso una complementare attività di intelligence sul territorio,
hanno permesso di individuare le due imprese, di cui una con sede legale fittiziamente
dichiarata in Milano e l’altra con sede a Corridonia, le quali avevano omesso di presentare
le dichiarazioni fiscali ai fini delle imposte sui redditi e dell’IVA, rispettivamente, per sette e
cinque annualità.
In particolare, attraverso le attività ispettive è stato possibile quantificare in oltre 45 milioni
di euro le imposte complessivamente evase.
Le Fiamme Gialle maceratesi hanno, quindi, dato esecuzione ai provvedimenti del
Giudice, procedendo al sequestro di 4 immobili ubicati a Macerata, quote societarie e
disponibilità finanziarie, per un valore complessivo di circa 1.100.000 euro.

Il sequestro per equivalente è uno degli strumenti più efficaci per contrastare l’evasione
fiscale. È la migliore risposta per rendere immediatamente esecutivo il prelievo erariale e
scoraggiare gli imprenditori disonesti che, confidando anche nelle lunghezze procedurali,
pensano di poterla fare franca spogliandosi dei beni e/o intestandoli a prestanome.
In tal senso, a Macerata, Procura della Repubblica, Guardia di Finanza e Agenzia delle
Entrate operano sinergicamente attraverso uno specifico protocollo d’intesa, sottoscritto
nel 2015, che porta, in presenza di reati tributari, all’ottenimento in tempi brevi del
sequestro di una quota equivalente di beni commisurati all’evasione fiscale perpetrata. È
una sorta di corsia preferenziale che viene accordata proprio per colpire le gravi evasioni
d’imposta ed impedire che i beni dei trasgressori vengano fatti “sparire” prima che arrivi il
giudizio del contenzioso.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments