Per l’Atletica AVIS Macerata si è concluso a Torino, con la Finale Nazionale, un difficile Campionato Italiano assoluto di società su pista, terminato però con una prova vibrante dove le ragazze hanno saputo dare il massimo, raggiungendo un traguardo affatto scontato.
La classifica finale dice infatti che nel 2022 le atlete maceratesi saranno ancora nell’elite dell’atletica italiana.
Il merito va a tutta la squadra che ha saputo conquistare un magnifico settimo posto e la conferma per il prossimo anno al vertice nazionale.
Bella la prova di Ilaria Sabbatini che con una magnifica vittoria nei 5000 si è confermata a ottimi livelli con il tempo di 17’34”66, in una gara ineccepibile a livello tattico.
Ma la squadra ha recuperato, quasi in piena efficienza, le sorelle Vandi che dopo una stagione particolarmente tribolata hanno saputo rialzarsi proprio a Torino, salendo sul podio ben cinque volte nelle due giornate di gara con Elisabetta Vandi che ha conquistato due preziosi argenti nei 200 che nei 400 metri, corsi rispettivamente in 24″89 e”55”98 e con Eleonora Vandi impeccabile nelle gare degli 800 e 1500 in 2’10”18 e 4’29”14, con argenti luccicanti dietro all’olimpionica Gaia Sabbatini, reduce da Tokio dove ha disputato una grande Olimpiade raggiungendo, in quest’ultima distanza, la semifinale.
Le due forti avisine hanno poi trascinato la staffetta 4 x 400 ad un preziosissimo bronzo con Chiara Menotti e Alice Vecchione in una gara molto battagliata, con un tempo finale di tutto rispetto: 3’55”37.
Brava Mara Marcic nell’alto dove ha guadagnato un prezioso quarto posto con m. 1,64. Si è rivelata atleta da finale anche Isabella Di Benedetto che ha ottenuto un pregevole quarto posto nel martello con 43,01, accompagnato anche da un valido ottavo posto nella inusuale gara del getto del peso con la misura di m. 10,10.
Bravissima anche Chiara Marangoni nel lancio del disco, quinta classificata con m. 34,65.
Utile alla classifica finale il settimo posto dell’allieva Rachele Tittarelli nel salto con l’asta dove ha saltato m. 3,00.
Si è ben difesa anche Sofia Stollavagli con un valido ottavo posto nei 100 metri in 12”69.
La squadra ha saputo superare un anno “difficile” mantenendo la posizione. Il prossimo anno potrà crescere avvalersi della presenza di diversa ragazze di talento già presenti nel vivaio avisino.

Foto/Massimo Mozzoni

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments