Le Marche ricordano il presidente dell’Europarlamento David Sassoli

(Photo SIR/European Parliament)

È morto questa notte al Centro Oncologico di Aviano (PN), all’età di 65 anni il presidente del Parlamento Europeo David Sassoli. Bandiere dell’Unione europea a mezz’asta presso gli edifici delle istituzioni europee a Bruxelles in segno di lutto per la morte del Presidente David Sassoli. Immediati gli interventi di cordoglio della Presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen e del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, così come quello del Papa che ha espresso la sua vicinanza alla famiglia del giornalista e politico scomparso attraverso un telegramma in cui evidenzia il suo essere credente animato di speranza e di carità, competente giornalista e stimato uomo delle istituzioni che si è prodigato per il bene comune con rettitudine e generoso impegno.

Anche la comunità marchigiana, che Sassoli ha potuto frequentare e sostenere, sia da giornalista che da politico, si unisce all’improvviso lutto attraverso il messaggio del Presidente della Regione, Francesco Acquaroli pubblicato questa mattina nelle sue pagine social: “esprimo il mio profondo cordoglio e quello della comunità marchigiana per la scomparsa del Presidente del parlamento europeo”. A seguire anche quello del Presidente del Consiglio Dino Latini che ha annunciato un momento di commemorazione all’apertura della seduta consigliare di domani.

“Giornata brutta, tristissima – scrive Angelo Sciapichetti, Segretario provinciale del Pd Macerata – Questa notte pensavo fosse un incubo. Se ne è andata una persona leale, corretta, gentile, popolare”.

“Ci lascia un uomo che più di ogni altro, nel corso degli ultimi anni, ha saputo raggiungere un profilo politico e intellettuale pari a quello di quei padri fondatori a cui amava richiamarsi, avendo fatto propria la loro lezione di pace, giustizia, libertà e democrazia”, così il gruppo assembleare del Partito Democratico ricorda il presidente del Parlamento europeo.

“Ciao David, grande persona e immenso uomo delle Istituzioni. L’Europa di domani, quella che anche grazie a te rinascerà più forte di prima, ti ricorderà per sempre come uno dei suoi Padri”, il ricordo del Consigliere Dem Romano Carancini.

“Sassoli frequentava il nostro territorio spesso in forma riservata e non solo perché le Marche erano comprese nel suo collegio elettorale europeo, ma anche per amicizie che coltivava nonostante i molti impegni istituzionali”. Unendosi al cordoglio della presidente Valeria Mancinelli del consiglio direttivo di Anci Marche, Marcello Bedeschi, segretario Regionale di Anci Marche ricorda come Sassoli, negli anni, sia sempre stato molto vicino all’Anci Marche tanto che, attraverso la sua mediazione, si sono organizzati incontri e meeting di sindaci marchigiani al Parlamento europeo e a Bruxelles.

“David si è sempre distinto come persona gentile, colta e disponibile, con un grande senso delle istituzioni, e per il suo fortissimo impegno durante la pandemia e nella difficile ma fondamentale costruzione europea”, ha scritto infine il commissario straordinario alla ricostruzione post sisma Giovanni Legnini.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments