È sempre una grande festa per i soci dell’Associazione Nazionale Invalidi e Mutilati della Sezione di Macerata ritrovarsi. Domenica 12 giugno si è svolta l’annuale Assemblea a Pollenza.

L’Assemblea

Dopo il consueto inizio con l’Inno d’Italia e il ricordo dei genitori e dei soci defunti, dal moderatore Alfredo Trapè viene data la parola alla Presidente della Sezione Gilda Coacci che svolge la Relazione morale sottolineando come questa pandemia abbia influito sullo svolgimento delle tante attività che l’Associazione ha sempre realizzato, auspicando un nuovo e sereno ritorno alla possibilità di attuare le iniziative già programmate. Ha inoltre ribadito, in questo momento così grave per la guerra in atto in Ucraina, ancora una volta ricordando il Manifesto di nascita dell’Associazione, il nostro impegno per la Pace ed una serena convivenza.

L’Assemblea

Ha portato i saluti all’Assemblea il Comandante dei Carabinieri della Stazione di Pollenza Lorenzo Marconi. Successivamente la parola passa a Daniela Meschini in qualità di Componente del Comitato Centrale di Roma che ha portato i saluti del Presidente Nazionale prof. Claudio Betti, illustrando brevemente il cammino dell’Associazione verso la scelta di un nuovo Statuto. Quindi si è ricordata la figura di Primo Boarelli a 10 anni dalla morte. La prof.ssa Meschini ha espresso la gratitudine per quanto

Lorenzo Marconi dell’Anpi

fatto come economo per l’Associazione mentre Lorenzo Marconi dell’Anpi ha ricordato l’impegno di Primo a favore dei giovani e la sua figura di antifascista.

La parola quindi a Giorgio Pianesi che ha portato il saluto del Cav. Ivo Pianesi Presidente onorario che da poco ha festeggiato i suoi 100 anni.

Giorgio Pianesi

Successivamente il Dott. Giampaolo Pierella, che ha svolto la tesi di Laurea dal titolo “Storia e società dell’età contemporanea: Mutilati e invalidi della grande guerra memorie della Comunità appignanese” nel suo interessante intervento ha sottolineato l’importanza della memoria e della ricerca storica per meglio comprendere questo nostro tempo in cui ci si ritrova a vedere rinnovati gli orrori della guerra alle porte dell’Europa.

Al termine del pranzo l’omaggio di una rosa alle donne presenti.

(Nella foto che fa da sfondo al titolo: Alfredo Trapè, Daniela Meschini, Gilda Coacci, Giampaolo Pierella al tavolo della presidenza)

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments