Scuole chiuse nei centri alluvionati delle Marche. Previste lezioni on line e collaborazione tra istituti

Scuole ancora chiuse nei Comuni colpiti dall’alluvione sia a causa dei danni subiti sia per la difficoltà nel ripristinare i trasporti e la viabilità per raggiungere i diversi plessi. Per questo l’Ufficio scolastico regionale invita in una nota i dirigenti delle istituzioni scolastiche coinvolte ad assumere, nell’ambito dell’autonomia didattica e funzionale loro attribuita, ogni azione utile a garantire il diritto all’ Istruzione di tutti gli studenti, favorendo anche il rapporto educativo relazionale con il gruppo classe e i docenti.
Si richiama tra l’altro l’attenzione sull’opportunità di ricorrere all’utilizzo delle tecnologie digitali, in particolare per gli alunni impossibilitati a raggiungere la propria scuola in presenza. Di qui anche l’appello alla solidarietà tra le istituzioni scolastiche in modo che, anche in rete tra loro, mettano a disposizione, ad esempio, apparecchiature informatiche e piani traffico dati oltre che di materiale didattico e di cancelleria.
Nei giorni scorsi il direttore dell’Ufficio scolastico regionale Marco Ugo Filisetti ha raggiunto le varie località colpite per incontrare i dirigenti scolastici e gli amministratori dei Comuni colpiti dal nubifragio e rappresentare la vicinanza dell’amministrazione a tutta la comunità scolastica, oltre a portare la solidarietà del ministro Patrizio Bianchi, impegnato in un convegno all’ONU.
Di ritorno da Grugliasco, dove aveva partecipato all’inaugurazione dell’anno scolastico, Filisetti ha infatti visitato sabato mattina il Campus di Senigallia, il complesso scolastico della città che ha subito numerosi danni dal nubifragio, rendendo in particolare omaggio a Noemi Bartolucci, la studentessa diciassettenne del Liceo “Perticari” rimasta vittima dell’alluvione.
Nel pomeriggio ha poi raggiunto l’Istituto comprensivo di Ostra per un analogo primo confronto con i dirigenti scolastici e i sindaci della zona (Ostra, Barbara, Serra de’ Conti, Corinaldo, Ostra Vetere e Castelleone di Suasa).
A Castelleone è poi tornato domenica su invito del sindaco per incontrare la locale comunità scolastica, partecipando tra l’altro alla tradizionale cerimonia della “benedizione degli zainetti”, un segno per ricordare ad alunni, genitori e insegnanti che lo studio, la scuola, l’istruzione rappresentano un bene da tutelare.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments