Il Maestro Franco Micalizzi con la sua band per le note de Lo chiamavano Trinità da lui composte, gli stuntman e attori Sal Borgese e Ottaviano dell’Acqua, le voci di Annibale Giannarelli con Top of the west e di Johnson Righeira i grandi successi No tengo dinero, Vamos a la playa e L’estate sta finendo e l’attrice Gegia. Sul palco anche i figli e la moglie di Bud Spencer e il figlio di Terence Hill, Jess.

È tempo di organizzare il viaggio verso Gubbio, nel cuore ver-de d’Italia, l’ultimo fine settimana di luglio 2023. Il conto alla rovescia è ufficialmente iniziato per la ventesima edizione dello Spencerhill Festival, evento ufficiale dedicato all’intramontabile duo Bud Spencer-Terence Hill, che sbarca per la prima volta in Italia scegliendo l’Umbria, dove Terence si sente a casa.

Si arricchisce di giorno in giorno l’elenco di ospiti stellari che saliranno sul palco per incontrare il pubblico e per omaggiare tutti insieme Bud e Terence e la loro carriera. Si canteranno le musiche storiche dei loro film, si potrà giocare in anteprima con la nuova versione del videogioco Slaps &Beans a loro dedicato, si potrà incontrare Cristiana Pedersoli per il firmacopie del suo libro Bud, un gigante per papà e gli autori del fumetto Bud Spencer. I quattro giorni sono fitti di appuntamenti e di eventi e in più si potrà gustare il gelato della fami-glia Girotti dalla piattaforma Sky Bar a 50mt di altezza sopra i tetti medievali di Gubbio; immancabile sarà la foto da scattare accanto alla statua a grandezza naturale dell’amatissimo “Don Matteo”.

Non mancherà il saluto degli Sbandieratori di Gubbio, il raduno delle Dune Buggy e la Movie Parade, il karaoke, la proiezione di film su maxischermo in italiano, inglese e tedesco all’ombra di un bellissimo giardino pubblico, il Dj set, le gare di birra e salsiccia e braccio di ferro, quelle dei miglior tatuaggi e dei costumi, flipper, rodeo e tante, tante interviste sul palco. I concerti saranno quelli del Maestro Franco Micalizzi, di Johnson Righeira, di Annibale Giannarelli della Dune Buggy Band, dei Controtempo, della Spencer Hill Magic Band.

Con noi anche Italo Vegliante e Stefano Dentone & Sundance Family Band. La Funkuantobasta Marching Band riempirà la piazza e le strade di Gubbio. Il programma è veramente ricchissimo e da non perdere! Ovviamente si potrà mangiare e bere nell’area festival seduti sotto tende rinfrescante senza perdersi niente di quello che avverrà sul palco. Alle ore 20.00 di sabato 29 tutti pronti per la maxi foto ricordo scattata dall’alto.

CHI SONO GLI OSPITI STELLARI
Il Maestro Franco Micalizzi è nato a Roma il 21 dicembre 1939. Il suo più grande successo è l’iconica colonna sonora di Lo chiamavano Trinità, con il suggestivo tema del titolo. La sua produzione per il duo però non si è fermata lì avendo composto anche le musiche di Nati con la camicia, Non c’è due senza quattro e la sigla di Il mio nome è Thomas. Ma anche al di fuori del mondo Spencerhill ha celebrato dei successi come, ad esempio, alcuni film di Nico Giraldi con Tomas Milian. Dal 2005 è tornato sui palchi di tutta Italia con la sua Big Bubbling Band, eseguendo i suoi più grandi successi.

L’attore e stuntman Salvatore Borgese è nato a Roma il 5 marzo 1937. Ha iniziato la sua carriera come stuntman in film peplum come Barabba per poi passare allo spaghetti western con ruoli diventati sempre più importanti. I fan del duo Spencer- Hill lo conoscono meglio come Anulu di Chi trova un amico trova un tesoro e come Ninfus di Pari e dispari. In realtà ha la-vorato in ben 12 film accanto ai nostri miti e nel 2005 con T-rence Hill nella popolarissima fiction tv Don Matteo.

Lo stuntman Ottaviano Dell’Acqua è nato il 13 marzo 1955. È il figlio minore della famiglia circense Dell’Acqua, molti dei quali hanno lavorato come controfigure nel cinema. Famoso è il suo ruolo di Gerry in Lo chiamavano Bulldozer e dal 1977 in poi ha fatto parte della squadra permanente di stuntman delle produzioni Spencer – Hill in 12 film, l’ultima nel 2001 in Padre Speranza. Nel frattempo, è diventato uno dei più noti stunt coordinator italiani tanto da essere convocato su set internazionali come quelli di James Bond e John Wick.

Il cantante Annibale Giannarelli è nato il 9 maggio 1948. Ha iniziato la sua carriera di cantante nel 1961 con lo pseudonimo di Gino Ginetti entrando poi a far parte del gruppo canoro “I cantori moderni di Alessandroni”. Ha registrato la sua canzone più famosa nel 1970 che lo ha fatto entrare dalla porta principale nell’iconografia musicale internazionale. Sono suoi infatti la voce e il fischio della sigla di Lo chiamavano Trinità – He’s the top of the west. Non manca una curiosità: subito dopo la registrazione del pezzo partì per l’Australia e scoprì solo molti anni dopo l’enorme successo al quale aveva dato vita. Torna alla ribalta quando rientra in Italia e partecipa nel 2021 torna al talent show di Rai1 The voice senior dove conquista la giuria, Loredana Bertè, Gigi D’Alessio e Clementino proprio suonando al piano il pezzo cult, vincendo quell’edizione.

Per omaggiare la ricca produzione musicale dei fratelli La Bionda e in memoria del caro Carmelo, che ci ha lasciati l’anno scorso, Johnson Righeira salirà per la prima volta sul palco dello Spencerhill Festival con un medley di grandi successi, nati appunto dalla fortunata collaborazione del duo Righeira con i fratelli La Bionda. I Righeira è stato un gruppo musicale italiano formato dal 1961 da Johnson Righeira e Michael Righeira, pseudonimi rispettivamente di Stefano Righi e Stefano Rota, che ottennero il loro maggior successo discografico negli anni Ottanta con le hit Vamos a la playa (1983), No tengo dine-ro (1983) e L’estate sta finendo (1985).

L’attrice Gegia è nata il 19 luglio 1959. Ha interpretato la sorella di Jerry nella commedia di Bud Spencer Bomber come colei che propone al nostro amato pugile “…uno o due pasti delizio-si”. Nel 2004 invece lavora al fianco di Terence Hill nella quarta stagione di Don Matteo. È stata uno dei volti più amati delle produzioni cinematografiche, televisive e discografiche degli anni ’80 non mancando di mettersi in gioco anche nelle fiction e nei reality del nuovo millennio. Ancora oggi è una ventata di allegria e vitalità ad ogni apparizione.

Quest’anno siamo felicissimi di avere sul palco della ventesima edizione l’intera famiglia di Bud Spencer. Oltre ai figli Giuseppe, Cristiana e Diamante e ai nipoti Alessandro e Carlo Jr. infatti sarà con noi anche la moglie di Bud, Maria, che per la prima volta vedrà con i suoi occhi l’entusiasmo e l’amore dei fan internazionali per il suo amato Bud. Motivo in più per celebrare la vita e la carriera di Bud Spencer.

Il figlio di Terence Hill, Jess, è nato il 7 novembre 1969 e ha fatto la sua prima apparizione accanto al padre quando era appena un bambino nel ruolo di un piccolo mormone in Lo chiamavano Trinità. Seguono altre apparizioni in Don Camillo, Botte di Natale, Potenza virtuale e Doc West. Tuttavia, Jess non ha seguito le orme del padre come attore diventando invece un produttore. Recentemente ha prodotto Il mio nome è Thomas per suo padre e attualmente è nel pieno dei preparati-vi per il suo nuovo progetto cinematografico. Siamo felici che Jess sia venuto da Los Angeles per festeggiare con noi.

L’attore Salvatore Esposito è nato il 2 febbraio1986 a Napoli. Ha sfondato nella serie Gomorra, in cui ha interpretato il boss mafioso Genny Savastano. È apparso anche in Taxi 5 e nella serie Fargo. Come tutti noi è cresciuto a pane a Bud Spencer e Terence Hill diventandone presto un fan accanito. Ecco perché ha deciso di non mancare per godersi questa quattro giorni in-dimenticabile insieme a noi e a voi!
Stiamo ancora lavorando per sorprese dell’ultimo minuto!
Quindi vi aspettiamo numerosi ai piedi di una delle città medie-vali più belle d’Italia e del mondo, per un festival internazionale al quale non potete mancare se siete dei veri fan del duo Bud Spencer – Terence Hill.

INFO
Il festival aprirà i cancelli giovedì 27 luglio dalle ore 18.00 e chiuderà domenica 30 luglio alle ore 18.00. Gli altri giorni le attività inizieranno già dalle 10.00 del mattino e proseguiranno sino all’una di notte.

È caldamente consigliato l’acquisto on line del biglietto, anche pochi minuti prima dell’ingresso nell’area festival di piazza 40 Martiri di Gubbio, attraverso il sito ufficiale o i QRcode che si troveranno nei cartelloni; il personale presente sarà lieto di supportarvi anche per questo aspetto.

Si ricorda che il costo del biglietto è di:
• 29 euro a persona per l’ingresso giornaliero
• 79 euro per l’intero week end
• 1 euro per ogni anno di età per bambini e ragazzi sino ai 16 anni
Link biglietti
https://www.spencerhill-universum.de/Events/Spencerhill-Festival

Nell’area Festival poi si potrà acquistare cibo, bevande e tutto il merchandising solo con la valuta appositamente coniata per l’evento, banconote BUD e DON.

Lascia un commento

  • La Foto (141)
  • Lavoro (175)
  • Macerata (1.504)
  • MenSana (27)
  • Missioni (23)
  • Mondo (1)
  • Montefano (12)
  • Musica (20)
  • News (2.978)
  • Politica (81)
  • Pollenza (47)
  • Pop Corn (31)
  • Programmi (23)
  • Quaresima (57)
  • Recanati (591)
  • Regione (314)
  • Reportage (28)
  • Rubriche (16)
  • Rugby (16)
  • Salute (240)
  • Scuola (417)
  • Sinodo (3)
  • Sisma (293)
  • Social (591)
  • Società (1.193)
  • Sport (531)
  • Tolentino (407)
  • Treia (272)
  • Unimc (253)
  • Video (2.023)
  • Volley (234)