Avis Cingoli sponsor etico di “Lirica e dintorni”

È di questi giorni l’appello incessante, anche attraverso le testate giornalistiche televisive regionali e nazionali, a donare sangue.

Il sangue è necessario in caso di incidenti, per malattie e per garantire lo svolgimento di interventi chirurgici, ribadiscono con forza i sanitari, e in estate lo è molto di più che durante il resto dell’anno.

La sezione comunale Avis di Cingoli nella persona della presidente Floriana Crescimbeni, vuole, anche in questo periodo, continuare a garantire le donazioni necessarie e per farlo ha bisogno della disponibilità dei donatori già iscritti e di nuovi volontari.
È in questo spirito e con questo intento che si inserisce la presenza dell’Avis in numerose iniziative culturali e sportive cingolane.

“Ogni volta è un’occasione per avvicinare qualcuno – sostiene la presidente Crescimbeni -, per proseguire questo cammino civile che non si è mai interrotto, neanche durante i mesi del lockdown: nel 2019 le donazioni erano state 620, nel 2020-622 , nel 2021-651 e quest’anno, fino al 31 luglio, ne sono state raccolte 415. La porta del nostro centro raccolta non è mai stata chiusa, anche durante i giorni più difficili della pandemia abbiamo dato il nostro contributo e non possiamo fermarci ora, dobbiamo andare avanti. Credo sia un motivo di orgoglio per la nostra comunità, un dovere a cui chi può farlo non può sottrarsi. Anche nel mese di agosto abbiamo tre date per le donazioni e così continueremo a fare nei mesi successivi”.

Sabato 13 agosto in occasione del concerto “Lirica e dintorni” l’Avis lancerà ancora una volta questo messaggio attraverso la testimonianza di alcuni giovani donatori ma soprattutto sostenendo, come sponsor etico, la serata musicale e l’intera manifestazione.
Il concerto si inserisce infatti nella manifestazione Cingoli Musica, rassegna musicale che ha preso il via il 31 luglio e si concluderà il 21 agosto 2022 sotto la Direzione Artistica di Melissa Mastrolorenzi e patrocinata, oltre all’Avis, dal Comune di Cingoli, dalla Pro Loco e dall’Associazione “Amici dello Sferisterio” di Macerata. Il concerto in programma è un evento caro al pubblico cingolano e di notevole importanza per lo spessore degli artisti presenti sul palco.

Il maestro Lorenzo Bavaj, maceratese di nascita, pianista di grande tecnica e altrettanta musicalità, si è esibito nei più importanti centri musicali italiani e all’estero e dal 1989 suona con il tenore catalano Josè Carreras; insegna pianoforte al conservatorio “G.Rossini” di Pesaro e tiene corsi di perfezionamento in Italia, in Spagna e in Giappone; la sua ricca discografia comprende numerose prime registrazioni assolute dei più importanti autori.

La violista Anna Serova, dopo aver studiato con Vladimir Stopicev a San Pietroburgo, con Bruno Giuranna (Accademia W. Stauffer di Cremona) e Juri Bashmet (Accademia Chigiana di Siena), ha cominciato una brillante carriera concertistica che l’ha vista protagonista di alcune delle più importanti stagioni concertistiche e di festival italiani ed esteri. Figura unica nel panorama internazionale, solistico e della musica da camera, la Serova ha ricevuto negli ultimi anni dediche da alcuni dei più importanti compositori contemporanei (Azio Corghi, Marcello Fera, Roberto Molinelli, Boris Pigovat, Enzo De Rosa) i quali hanno creato per
lei un nuovo genere di composizione, unendo la forma del concerto all’azione scenica di un’opera di teatro.

Il soprano Emanuela Torresi porta con sé un grande amore per la voce e per tutte le sue manifestazioni ed espressioni, infatti, prima di dedicarsi come professionista al canto, diplomandosi nel 2013 in canto Lirico e terminando nel 2015 il biennio in Musica Vocale da camera e dopo aver frequentato l’Opera Studio Santa Cecilia a Roma, è stata logopedista e ha trascorso alcuni anni a contatto con persone colpite da grave disabilità che hanno accresciuto le sue competenze professionali e anche la sua sensibilità di persona e di artista.

La serata sarà presentata da Giovanni Sbergamo, da sempre collaboratore della sezione Avis e da Gioia Soldi, donatrice di sangue ormai da diversi anni.

L’appuntamento è dunque per sabato 13 agosto alle 21.15 nell’Hortus della Biblioteca: sarà l’occasione per ascoltare l’esecuzione di celebri arie di Verdi, Puccini, Leoncavallo, Tosti, per assistere a virtuosismi a colpi d’arco, attraverso un viaggio nel tempo intenso e ricco di emozioni.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments