Nel 1958 il decreto del Sant’Uffizio ordinava che il libro di don Milani Esperienze pastorali fosse ritirato dal commercio, che non fosse più ristampato e tradotto, ma il libro continuò a girare. Nel volume don Milani ha registrato in modo metodico come vivevano la fede i suoi parrocchiani in un tempo di profondi cambiamenti sociali e nella consapevole che la Chiesa cattolica rischiasse di rimanere culturalmente e sociologicamente tagliata fuori dai ritmi della nuova civiltà industriale.

Nel 2014 la Congregazione per la Dottrina della fede dirà che Esperienze pastorali non ha più nessuna proibizione da parte della Chiesa e torna a «diventare un patrimonio del cattolicesimo italiano, un contributo alla riflessione ecclesiale da riprendere in mano e su cui confrontarsi». Carlo Maria Martini all’Università Cattolica di Milano nel 1983, in una lectio per i 25 anni dalla pubblicazione di Esperienze pastorali indicherà don Lorenzo come «Un pioniere senza il Concilio, una personalità così ricca e così provocatoria, un testimone luminoso e in certo modo profetico». Papa Francesco a Barbiana dirà «…sono venuto per rendere omaggio alla memoria di un sacerdote che ha testimoniato come nel dono di sé a Cristo si incontrano i fratelli nelle loro necessità e li si serve, perché sia difesa e promossa la loro dignità di persone, con la stessa donazione di sé che Gesù ci ha mostrato, fino alla croce…».

018B

Esperienze Pastorali ci pone ancora oggi domande e ci fa chiedere, ad esempio, se le nostre chiese sono fedeli al mandato evangelico o vanno a braccetto più con i potenti che con i poveri, se i riti sono vuoti di senso, se prima della tradizione c’è la coerenza tra fede e vita, se la parrocchia è luogo di comunione e apertura verso tutti o se è ingoiata da movimenti e gruppi che non sono incarnati nella realtà sociale della parrocchia e nell’aprirsi al servizio lì dove si è chiamati a vivere.

Don Lorenzo ci richiama ancora oggi, in una società confusa e in una Babele di parole a dare significato salvifico alla Parola ad educare alla capacità critica nella pioggia multimediale. Esperienze pastorali non è un trattato di scienza statistica o sociologica, ma è un invito a capire le persone, a guardarsi intorno, è un metodo perché la Chiesa sia sempre attenta alla realtà sociale che cambia con rapidità. È quello di Don Lorenzo un messaggio attualissimo oggi con le migrazioni, con la precarietà del lavoro, con l’uso della terra.

Lascia un commento

  • La Foto (141)
  • Lavoro (175)
  • Macerata (1.504)
  • MenSana (27)
  • Missioni (23)
  • Mondo (1)
  • Montefano (12)
  • Musica (20)
  • News (2.978)
  • Politica (81)
  • Pollenza (47)
  • Pop Corn (31)
  • Programmi (23)
  • Quaresima (57)
  • Recanati (591)
  • Regione (314)
  • Reportage (28)
  • Rubriche (16)
  • Rugby (16)
  • Salute (240)
  • Scuola (417)
  • Sinodo (3)
  • Sisma (293)
  • Social (591)
  • Società (1.193)
  • Sport (531)
  • Tolentino (407)
  • Treia (272)
  • Unimc (253)
  • Video (2.023)
  • Volley (234)